Laboratori Suono e Comunicazione


Quando abbiamo iniziato a ristrutturare la nuova sede abbiamo capito che sarebbe stato più difficile del previsto.

Ci sono voluti nove mesi di lavoro impegnando tutto il tempo a disposizione e molte risorse economiche. Ma sapevamo bene cosa volevamo fare. E sapevamo che avremmo passato molto del nostro tempo in questo lavoro che amiamo, lavoro iniziato molto tempo fa grazie ad una grande passione per la musica.

Questa nuova sede, ricavata in parte da una vecchia stalla del 1700 nella campagna bolognese fuori dal caos della città, ci permette di trascorrere ore piacevoli impegnati in un lavoro affascinante. La natura che ci circonda ci regala profumi, colori, silenzio e grazie all'aiuto di amici architetti che oggi continuano a collaborare con noi, siamo riusciti a trasformare questi vecchi locali (nel rispetto della struttura originale) rendendoli idonei alla nostra attività"
When we started to restructure the new headquarters, we understood that it was going to be more difficult than we expected.

It took nine months of work and we used all the time available, as well as considerable economic resources. But we knew just what we wanted to do. And we knew, beforehand, that we would have spent much of our time on this work which we love, work which we started a long time ago as a result of our huge passion for music.

These new headquarters, partly created out of an old Eighteenth-Century stable in the Bologna countryside, far away from the chaos of the city, allows us to spend pleasant hours dedicated to our fascinating work. The Nature which surrounds us awards us with lovely scents, colours and silence and, thanks to the help of our architect friends who are still now working with us, we have managed to really transform these old buildings (without altering the original structure in any significant way), making them ideal for our work"

Stefano Mazzoli

Progetto 1998-1999/Realizzazione 1999-2000











In questa sezione viene proposto uno stralcio della relazione sullo stato di fatto della proprietà  al tempo della sua acquisizione nella primavera del 1998 accompagnata da alcune immagini prese immediatamente dopo i lavori di demolizione interna. A questa pagina seguono la relazione di progetto,  una galleria di immagini dell'intervento e alcuni schizzi e disegni di studio che sintetizzano l'iter progettuale.

Stato di fatto

Ingrandisci

Il fabbricato rurale ha origine da una piccola stalla settecentesca con volte a crociera alla quale si è sovrapposto nel 1871 un intervento di ampliamento che è andato a costituire il nucleo principale.
Ingrandisci

Intorno alla metà degli anni ‘70, la conversione in opificio richiese l’aggiunta di due vasti ambienti seriali a copertura indipendente sui lati settentrionale e occidentale.
Ingrandisci

Rimossi gli intonaci si è potuto accertare il discreto stato di conservazione delle strutture portanti in laterizio o c.a. che non necessitano di importanti lavori di consolidamento.

Relazione di progetto

La prima intenzione nel progetto è stata quella di mantenere la 'vocazione' degli spazi d'origine, adibendo a laboratorio e stoccaggio materiali gli spazi seriali e realizzando la zona reception, gli uffici e una sala d'ascolto negli ambienti che affacciano a mezzogiorno. 

Nonostante le differenze di carattere che si sono attribuite per differenziarne le funzioni, gli spazi rimangono assolutamente permeabili. 

La Reception è stata concepita in favore di un'estrema leggibilità e sincerità nell'uso dei materiali, volendo suggerire un approccio non solo visivo ma tattile delle superfici. 

La ruvidità dell'intonaco girato a tutto tondo sulla muratura centrale a sottolinearne l'appartenenza al nucleo antico, la scorrevolezza dello stucco veneziano nel divisorio curvo al piano terreno e il calore del mogano utilizzato nei gradini e nei piani d'appoggio vengono ulteriormente a confrontarsi grazie alla scelta dei tre colori primari. 

L'esigenza di accesso ai servizi nella sala d'ingresso ha suggerito l'idea di una porta 'invisibile', che non interrompesse cioè la continuità materica della muratura. Sulla superficie ruvida dell'intonaco si inseriscono due profilati neri ad incasso segnalando l'uno l'apertura della porta-muro, l'altro la presenza di una fonte di luce. 

Gli ambienti godono di una progressiva rarefazione dell'impatto visivo: i colori vanno attenuandosi man mano che si procede verso l'alto. La sala d'ascolto, che costituisce il punto d'arrivo del visitatore, intende avvicinarsi il più possibile al calore e alla tranquillità dell'ambiente domestico.


Immagini dell'intervento
Ingrandisci Ingrandisci Ingrandisci Ingrandisci
Ingrandisci Ingrandisci Ingrandisci Ingrandisci
Ingrandisci Ingrandisci Ingrandisci Ingrandisci
Fotografie di Debora Pizzi  


Schizzi di progetto

L'opera finita
Gli uffici
La nostra sala audio
Questa è la sala dove ascoltiamo i nuovi prodotti ed eseguiamo i test di ascolto su tutti gli amplificatori Klimo che hanno subito un intervento di laboratorio.
Questa sala è principalmente il punto di incontro di musicisti, rivenditori, amici, ovviamente appassionati di musica come noi, dove ascoltare buona musica con noi.
L'impianto che vedete è uno dei nostri impianti di riferimento sempre installato e pronto a fare musica in qualsiasi momento.

This is the room where we listen to the new products and carry out the listening tests on all the Klimo amplifiers which have been worked on in the laboratory. This room is the main meeting point for musicians, agents and friends, clearly all music lovers like us, where they can listen to great music together with us.
The system you can see is one of our reference systems, always installed and ready for listening to and making music at any time.
Il nostro laboratorio


I tecnici del laboratorio seguono da sempre l'assistenza e la manutenzione dei prodotti da noi distribuiti e in particolare dei prodotti Klimo.

I tecnici di Suono e Comunicazione conoscono a fondo la produzione Klimo, i modelli e le serie distribuite da oltre 15 anni sul mercato italiano. Nel nostro laboratorio vengono eseguiti gli interventi di up-grade e gli aggiornamenti sulle amplificazioni Klimo che da molti anni soddisfano gli appassionati più esigenti. Prima di ogni intervento il primo controllo eseguito serve ad appurare che l'amplificatore non sia stato manomesso da interventi non autorizzati e che tutte le parti dell'amplificatore siano originali. Dopo ogni intervento prima della consegna al cliente il tecnico controlla il perfetto funzionamento di tutte le parti dell'amplificatore.
In questo modo cerchiamo di controllare la qualità e la perfetta efficienza dei prodotti Klimo già presenti sul mercato e non solo dei nuovi prodotti.

The laboratory technicians have always been responsible for the assistance service and the maintenance of the products we distribute, especially the Klimo products.

The Suono e Comunicazione technicians know all about Klimo production, the models and the series which we have been distributing for over 15 years in the Italian market. Our laboratory is used to carry out the up-grade operations and updates on Klimo amplification units which have been chosen by the most demanding music lovers for many years now. Before any operations are actually carried out, the first control is implemented to make sure that the amplifier has not been tampered with during unauthorised operations and that all the parts of the amplifier are original parts. After all the operations have been carried out, before delivery to the customer, the technician checks that all the parts of the amplifier are working perfectly.
In this way, we try to control the quality and the perfect efficiency of the Klimo products already present on the market, not just the new products.
« back | TOP
Suono e Comunicazione s.r.l.
Via San Vitale, 67 località Canaletti - 40054 Budrio (Bologna) Italy
Tel. +39 051 6926387 - Fax +39 051 6926135
infosuonoecomunicazione.com | Privacy&Legal

Copyright © Suono e Comunicazione
Le informazioni sono soggette a modifiche senza preavviso - Tutti i marchi registrati e i nomi dei prodotti appartengono ai rispettivi proprietari
P. IVA, C.F., Reg. Impr Bo n. 04225370370